In evidenza

2013.9 – Come passa il tempo

Il sito che vi segnalo mostra una cronologia della storia del World Wide Web: date principali, browser, le tecnologie e le idee.
Sono rimasto sorpeso nel vedere che molti passaggi “pionieristici” li ho vissuti in prima persona, come se la storia fossimo già noi (io).
Ricordo, a onor del vero, che a Treviso la connettività ad Internet tramite modem 28.800 bps la fornì per prima la Benetton, attraverso il suo provider “La Ghirada”, prima ancora della Telecom – allora statale – che arrivò un paio d’anni dopo. Gente illuminata, che possiamo solo ringraziare. L’abbonamento costava L. 400.000/anno e la telefonata era a carico dell’utente; vi ricordate quante urla, anche in casa: “Scollegati, che mi devono telefonare!” Correva l’anno 1996.
Percorrete anche voi questa strada del tempo, non mancherà di riservarvi qualche sopresa, e qualche bel ricordo.
Link: http://webdirections.org/history/

Annunci
In evidenza

2013.9 – Finalmente!

2013_8_treporti_buranoPixlr è un editor di immagini gratuito utilizzabile direttamente tramite browser, con alcune funzionalità simili a quelle di Photoshop, senza dover scaricare alcun programma né pagare per utilizzarlo.
È possibile personalizzare l’interfaccia nonchè utilizzare la tastiera per alcune scelte rapide.
Si caricano facilmente le immagini dal disco rigido per modificarle, oppure aprire le immagini tramite Url o persino tramite librerie online come per esempio la vostra bacheca di Facebook.
Quante volte ci siamo trovati con la necessità di un ritocco veloce, da Tablet o Smarthphone, senza dover perdere tempo?
Nel complesso Pixlr si può quindi considerare un buon editor di immagini, o, quantomeno, il meglio che si può trovare tra i programmi freeware.
Link: http://pixlr.com/editor/

Foto: 2013, Burano (VE) vista da Tre Porti.

2013.9 – Naso all’insù

Era dagli anni 80 che non seguivo una manifestazione aerea.
In quel periodo fortunato veniva aperta la base Nato di Aviano (PN), si entrava in massima libertà, anzi si entrava in circa 300.000, si beveva Coca Cola e la birra di Burt Simpson.
Naso all’insù per vedere gli F14 Tomcat (quelli di Top Gun, per intenderci), gli F16, gli A10, la Pan.
Nessuno temeva nulla.
Poi cambiò qualcosa nel mondo, e la festa finì.
La manifestazione aerea di Jesolo (VE) tenutasi ieri 1 settembre 2013, è stata piacevole anche se le acrobazie disegnate in cielo sono state ben diverse rispetto ad allora, all’insegna della massima sicurezza (ma del minor brivido).
In seguito all’incidente di Ramstein, verificatosi nel corso di un’esibizione acrobatica il 28 agosto 1988 durante l’Airshow Flugtag ’88 nella base NATO di Ramstein (DE), furono riviste le misure di sicurezza nelle esibizioni aeree, allontanando il pubblico dall’area delle evoluzioni acrobatiche.  A provocare la sciagura fu la collisione in volo fra i tre Aermacchi MB-339, della PAN pilotati dal Tenente Colonnello Ivo Nutarelli (Pony 10 della formazione), dal Tenente Colonnello Mario Naldini (Pony 1) e dal Capitano Giorgio Alessio (Pony 2). Mentre gli aerei numero 1 e 2 precipitarono in fiamme ai lati della pista, il terzo aereo, il numero 10, si abbatté sulla folla causando 67 vittime e 346 feriti tra gli spettatori. (fonte Wikipedia).
Ciò non toglie che Le Frecce Tricolori, ora come allora, rimangono un vanto nazionale.