In evidenza

Scelti per voi

Questo è un sito di fotografia nato con lo scopo di descrivere i luoghi che abitualmente frequento durante lo sport, i viaggi e il tempo libero.
Il menù superiore serve per la presentazione e spiegare come intendo la fotografia; al centro scorrono gli articoli, piccoli reportage realizzati senza particolare preparazione editoriale: vado sul posto con qualsiasi mezzo di trasporto e scatto fotografie. L’elenco che vi propongo serve a porre in risalto gli articoli recenti e quelli che preferisco. Vi auguro buon divertimento.

VENEZIA MESTRE
2020.11 Parco San Giuliano
2020.11 Porto Marghera
2020.09 Burano
2020.08 Quello che solo i gatti
2020.07 Pellestrina
2020.07 Venezia, sempre lei
2020.05 Nane da Venesia
2020.05 Venezia a maggio
2020.05 Venezia d’inverno
2020.05 Venezia e la Biennale

NUOVA FOTOGRAFIA
2020.04 Tatsuo Suzuki
2020.04 Aaron Berger
2020.05 Christopher Herwig
2020.05 Christian Brandstaetter

In evidenza

2020.11 Laguna del Mort (VE)

La laguna del Mort è una laguna con acqua marina, posta nel Veneto, lungo la costa dell’Alto Adriatico settentrionale, a nord-est della laguna di Venezia. Profonda in media mezzo metro circa, con la massima profondita’ che non supera i 2 m, è contigua all’ultimo braccio della foce del Piave e vede correre al suo asse il confine fra i comuni di Jesolo ed Eraclea.

Fino al 5 ottobre 1935 la laguna del Mort era l’ultimo tratto del fiume Piave e la sua foce. Quel giorno, al culmine di una particolare piena, il Piave ruppe l’argine destro proprio nel punto in cui curvava verso nord-est e si buttò immediatamente in mare abbandonando il vecchio alveo.

La laguna è caratterizzata da acque basse e tranquille con fondali bassi e sabbiosi ricchi di fitoplancton, dove vivono mitili, vongole, ostriche, granchi, cefali, passere di mare e sogliole.
Garzette, cormorani, rondini di mare e tuffetti vi sostano durante le migrazioni.

La spiaggia al di là della laguna del Mort non è attrezzata ma frequentata comunque tutta la stagione balneare.

2020 – Laguna del Mort – Eraclea (VE)
Link: https://www.comune.eraclea.ve.it/index.php?area=4&menu=141&page=183&lingua=4
Attrezzatura: Nikon D750 Sigma 24-105mm f/4 DG OS HSM Art, Nikon D7500 Sigma 10-20mm f/3.5 EX DC HSM e Tamron 100-400mm f/4.5-6.3 VC USD

In evidenza

2020.5 Nane da Venesia

2020_05_VE-NANE1-1-1-1-1

Nane da Venesia (Giovanni, per i non Veneti) è un veneziano spesso presente in Piazza San Marco a Venezia. E’ un uomo piccolo di statura che trasmette voglia di vivere e di impressionare: si esibisce a richiesta cantando o simulando mosse di karate.
In Facebook ha tre pagine a lui dedicate, di queste due di Fan Club.
La gente di passaggio gli dà una moneta per un selfie, che lui dignitosamente non chiede,  e ride divertita dei suoi racconti.

Se pensate si tratti di dileggio od umiliazione state sbagliando.
E’ la capacità della comunità Veneziana di accogliere tutti, di dare senso di appartenenza anche a psesudo artisti, bohemiens o personaggi qualunque uniti dall’essere in possesso della giusta sensibilità del luogo.

L’identità, è bene ricordarlo, non nasce con noi: è qualcosa che gli altri ci riconoscono, altrimenti non siamo nulla. Quindi, un tesoro di umanità raro di questi anni.

2020.11 Parco San Giuliano (VE)

Il parco San Giuliano è un grande parco urbano situato nel comune di Venezia, nell’omonima località. Si affaccia sulla laguna di Venezia, all’inizio del ponte della Libertà e non lontano dall’aeroporto Marco Polo. È collegato al quartiere San Giuseppe di Mestre da un ponte strallato ciclo-pedonale (ponte Europa) che permette di superare la SS 14: lungo 140 metri e alto circa 7 dal piano stradale presenta un pennone centrale di 40 metri.

Oltre ad essere un’area di recupero ambientale e paesaggistico ed uno dei più importanti luoghi per lo studio dell’ambiente lagunare, si propone quale meta per lo svolgimento di attività sportive e attività culturali per il tempo libero.
Esteso ad oggi per 74 ettari, offre aree verdi, alcuni spazi ricreativi di ristoro in aree attrezzate, una pista di pattinaggio e un campo sportivo, oltre ad una rete di percorsi pedonali e ciclabili inseriti nel sistema del verde.

2018/19/20 – Parco San Giuliano (VE)
Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Parco_San_Giuliano
Attrezzatura: Nikon D750 con Nikkor AF-S 20mm f/1.8 N, Nikon D7500 con Nikon 18-140 VR APS-C, NIKON D5600, Fujifilm X-A5 con obiettivo XC 15-45mm f/3.5-5.6 R LM OIS.

2020_11 Porto Marghera (VE)

Porto Marghera è un porto italiano sull’Adriatico nel comune di Venezia.
La prima zona industriale, a ridosso di Mestre e alla quale le foto si riferiscono, ospita cantieri navali, industrie metallurgiche e chimiche (Via dell’Azoto).
Le gru della Fincaniteri definiscono lo skyline per decine di chilometri e sono visibili, nelle giornate limpide, dai primi rilievi alpini.

Il luogo offre molte suggestioni fotografiche grazie alla particolare luce della laguna di cui tanto beneficia Venezia. A me piace molto fotografare i luoghi di lavoro: sono spazi dove la gente, bene o male, spende un terzo della propria vita.

2018/19/20 – Porto Marghera (VE)
Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Porto_Marghera
Attrezzatura: Panasonic DMC-FZ1000 con obiettivo Leica DC VARIO-ELMARIT 25-400 mm; Nikon D750 con Nikkor AF-S 20mm f/1.8 N, Nikon D7500 con Nikon 18-140 VR APS-C.

2020.11 Lago di Santa Croce (BL)

Il lago di Santa Croce è un lago naturale (il cui bacino è stato ampliato artificialmente negli anni trenta) situato in provincia di Belluno, nella zona dell’Alpago, al confine con la provincia di Treviso.
Sul lago si affacciano i centri abitati di Farra d’Alpago a nord, della frazione di Poiatte a est, del paese di Santa Croce del Lago a ovest e della frazione La Secca a nord.

Il Lago di Santa Croce è molto noto tra i windsurfisti e i velisti che escono in località Poiatte (metà lago, lato est) e tra i kiters che escono sulla spiaggia a nord antistante ad un campeggio.

Questo lago è caratterizzato da un vento termico pomeridiano analogo a quello presente sul Lago di Garda, che soffia da sud verso nord dalle prime ore del pomeriggio fino a sera con una intensità variabile tra i 5 e i 10 m/s. Il vento termico sul Lago di Santa Croce generalmente si presenta da primavera a autunno.

Il Lago di Santa Croce, con una capacità idrica di circa 120 milioni di metri cubi, sbarrato a nord da una diga che ne alza il livello a 386 m, costituisce il centro vitale del sistema degli impianti idroelettrici Piave – Santa Croce gestiti dall’Enel.

2018/19/20 – Lago di Santa Croce (BL)
Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Lago_di_Santa_Croce
Attrezzatura: Panasonic DMC-FZ1000 con obiettivo Leica DC VARIO-ELMARIT 25-400 mm; Nikon D750 con Nikkor AF-S 20mm f/1.8 N, Nikon D7500 con Nikon 18-140 VR APS-C.